Gue Pequeno - Angeli e santi lyrics

Published

0 104 0

Gue Pequeno - Angeli e santi lyrics

[Rit.] Lo sai, oggi che stiamo volando più su Dimmi chi c'era quando precipitavamo giù Erano i guai rimanevano in pochi e nessuno fancu E suono ancora lo sai [prima strofa: Rischio] Quando il mondo è un vampiro Se è perché ti è vicino Non è solo il destino Lo so, tante bocche quando il piatto è ricco Questo è il mondo non lo sai? o lo conosci o è un rischio E' il peggio ogni mia rima per te è come un vaccino Se non sei più con me ti ho ucciso secondino E adesso che hai capito non è un gioco il rischio Se fingi è solo il tuo istinto Bimba sai che se certi era facile starci E con i guai per te è normale separarsi Si, premi i tuoi contatti da cinecittà E non chiamarmi Ho la foresta già nella mia testa E se Bolo è deserta Serpe in giro non è sano il mio Tra invidia e gelosia sono sempre io Lo sai e se la vita qui è economia Quando vuoi rubarla a me Vai via dalla mia [Rit. x2] [Seconda strofa: Royal Medhi] Perdi i sensi quando cadi giù Pensarci diventa l'unica scelta Per chi stava al tuo fianco quando stavi su Era perché voleva solo una fetta Ma quando quelle merda poi non c'è più Puff, spariscono in fretta Intorno chi resta non lo sai manco tu Dammi retta lascia gli infami al destino che gli spetta Uomo aspetta solo un attimo Una ruota che gira Come gira la fresca Senti come si afferra come tira dalla prima alla terza Senti come arriva in prima fila E tu ammira come sfreccia via E svernicia la carrozzeria Di prepotenza e violenza Volevate la mia carne animali Qui non ci sono ideali, vuoi le mie ali? [Rit. x2] [Terza strofa: Guè] Certa gente è nata per stare da sola Stare con l'amaro in gola Frà nessuno mi consola o dice "hola" Ho il cuore dentro alla stagnola Sono un pazzo allucinato che si bu*ta dal palazzo ma non vola Seduto sul lettino della psican*lista Le dico che sta vita è come un tunnel senza uscita Co' sta pista da due grammi e litri alcoolici di lusso Scorderò di fisso pure questi drammi Le 5 e 37, le storie maledette Vogliono esser me e te in lingue son lamette E in testa non mi smettono queste percussioni Mi aspetta sotto casa per le ripercussioni E vorrei essere su un jet Lontano da stra** e paiette E per uccidere sto stress: reset! Ma resto tra i balordi, i torti, manigoldi Perché sono innamorato solamente dei soldi